Sostituzione scatola guida

La sostituzione della scatola guida della DS (più comunemente detto servo sterzo) è un 'operazione non proprio alla portata di tutti e quindi la prima avevertenza è quella di disporre di una buona pratica oltre che della necessaria attrezzatura. Parlando di questa io consiglio (anche se non sono indispensabili) l' acquisto della dima di regolazione assiale 1955T e della chiave a "T" 1994T.
Io ho acquistato delle repliche di questi attrezzi che al tempo venivano dati in dotazione alle officine Citroën al prezzo di circa 50 euro su internet. Sono comodi e nel caso del 1994T è indispensabile se si vuole rimuovere il piantone dello sterzo visto che la testa della vite che stringe la fascetta che blocca il piantone è una specie di rettangolo coi lati stondatii che si distrugge con l' uso attrezzi impropri.
Perchè si sostituisce il servo sterzo ? spesso perchè perde, è duro, ha gioco oppure un funzionamento irregolare. Questi in breve sintesi i motivi principali.

Al lavoro dunque.
Per sostituire la scatola guida esistono 2 metodi "di approccio" : c'è chi rimuove il radiatore oppure chi allenta il piantone dello sterzo e lo sfila di lato (ecco perchè la 1994T potrebbe essere molto utile) (*).
Il secondo metodo è più veloce e pratico, mentre il primo da modo di effettuare un lavoro più accurato verificando per esempio i tubi acqua e consente anche di pulire bene tutta quella morchia che anni di perdite di LHM dal servo ha creato.
Io li ho provati entrambi e sulle foto lo potrete notare.

Attenzione: vista l' importanza per la sicurezza che il dispositivo di comando dello sterzo ricopre consiglio di operare su di esso solo se in possesso delle necessarie conoscenze tecnico/pratiche. Per qualsiasi dubbio vedere l' operazione DX 442-1 "sostituzioni sulla scatola guida" sui manuali di officina Citroën.

1 - Per prima cosa levate tutto quello che "ingombra": parafango sinistro, supporto batteria, radiatore, ventola ecc.
E' molto utile avere l' auto con le ruote anteriori sollevate, quindi ponete dei mattoni o dei cavalletti sotto i due piantoni (fate attenzione come sempre). Togliete la pressione dal circuito idraulico.
In questa foto potete vedere quali sono le viti da allentare per rimuovere la scatola guida. Il dado numero 2 levatelo al banco, infatti il ricambio viene venduto senza braccetti. Per staccare i braccetti non tirate, ma fate ruotare gli stessi con la scatola guida ferma, il perno infatti è conico e si libera solo girando. Rimontando gli stessi vostri braccetti inoltre non dovrete rifare la convergenza delle ruote. Dalla lista delle viti da rimuovere mancano le 2 dell 'arrivo pressione idraulica, vedi sotto. Vi consiglio di sostituire anche i due piccoli O-ring di tenuta inseriti nella plachetta.

fai click sulle immagini
 Prima di rimuovere la vecchia scatola guida mi sono levato una curiosità e ho isolato la stessa dall 'impianto idraulico con l' inserimento di una placchetta metallica da me realizzata sull 'arrivo della pressione. Bene, facendo così ho scoperto che la pompa idraulica caricava molto meno di frequente, questo a dimostrazione che il vecchio servo sterzo aveva una fuga interna molto importante. Motivo in più per cambiarlo. Fatta questa prova ho levato pressione al circuito di nuovo e rimosso il vecchio servo.
 In questa foto ecco le viti che non si vedevano nella prima, quando si andrà a regolare il nuovo servo sterzo andranno serrate poco per consentire la regolazione più importante: quella della perpendicolarità tra piantone dello sterzo (il "tubo del volante") e scatola dello sterzo.
 (*) Come detto nelle premesse è possibile fare il lavoro lasciando il radiatore al suo posto facendo arretrare il piantone dello sterzo di quei pochi centimetri che consentiranno il disaccoppiamento del piantone dalla scatola guida. Per fare ciò bisogna allentare di poco la fascetta che ferma la molla del piantone. A questo punto tirando il volante il gioco è fatto. La sfera sinistra va rimossa e al momento del rimontaggio bisognerà chiedere aiuto ad un amico il quale dovrà spingere la molla al suo posto mentre voi ritirate la fascetta. Noi abbiamo usato un grosso cacciavite. Nella foto in alto a sinistra la strana testa della vite della fascetta.
Usando questo metodo dovrete anche rimuovere la ruota sinistra per estrarre la scatola guida e allentare il supporto superiore del radiatore per permettere una traslazione in avanti dello stesso di qual poco che basta per sfilare e infilare la scatola guida.
 Ecco la nuova scatola guida pronta per essere montata. Montatatevi i braccetti e stringete bene la vite (chiave da 21)
 Il vano motore privo della scatola guida, ho colto l' occasione per pulire bene la zona dai centimetri di unto che si erano formato con gli anni
 2 - Eccoci al rimontaggio. Ci sono tre cose da regolare bene, le due quote che vedete (G e F) e la regolazione della posizione angolare della scatola guida. Andiamo con ordine.
 3 - La quota F stabilisce quando il perno centrale della scatola guida (a cui avete fissato i braccetti) è al centro. In questa maniera lo sterzo avrà uguale raggio d' azione sia a destra che a sinistra. Si può fare anche al banco e consiglio di porre due piccoli riferimenti per ritrovarlo al momento opportuno.
 4 - Infilate il piantone dello sterzo nella scatola dello sterzo. Regolate la quota G, è più facile da vedere che da spiegare, quindi fissate (ma non completamente) le 4 viti che bloccano la scatola guida (viti 5,6,7,8). Fissate bene anche la vite 1.
 5 - Adesso arriva la parte più difficile. Si tratta di regolare la scatola guida in modo che il piantone dello sterzo sia perpendicolare alla stessa. Nelle officine Citroën si usava la dima di regolazione 1955T, essa va posizionata facendo si che tutte le sue 3 estremità poggino sui punti di contatto. E' consigliabile verificare questo contatto anche con lo sterzo girato ad ore 12, 3, 6 e 9. Per eseguire questa regolazione date dei piccoli colpi col manico del martello alla fine serrate le viti che bloccano la scatola guida (5,6,7,8) ricontrollando che sia tutto a posto.
Chi non disponesse della dima può usare uno spessore fissato al telaio vicino al millerighe osservando durante la rotazione del volante che non ci siano oscillazioni del piantone. Un metodo empirico che se praticato con pazienza porta ad ottimi risultati (si può usare anche uno spessimetro se l' occhio non bastasse). E' proprio in questo momento che avere le ruore anteriori sollevate aiuta.
Ecco come era il mio vecchio servosterzo prima che lo smontassi, l' errore di regolazione è evidente.
Una regolazione angolare errata porta ad avere una rotazione duro/molle del volante, rapida usura della scatola guida ed comportamenti anomali.
 Piccola divagazione su come va montata la dima 1955T. La parte centrale va a toccare il millerighe e non altri punti, nella foto sia la scatola guida che il piantone sono "in bolla" e la parte centrale della dima va fatalmente a poggiarsi sul millerighe.
 Piccola divagazione 2.
Avendo mosso erroneamente una delle ruote anteriori mi sono disperato pensando che mai più avrei ritrovato il dente di regolazione giusto per avere le ruote parallele come in origine. Nessun problema: non tutto il perno è scanalato, vi è una parte liscia, quindi è impossibile sbagliare.
 6 - Fatte queste tre regolazioni il più è fatto. Fissate tutte le viti, collegate la placchetta coi tubi idraulici e accendete la macchina. Controllate che il volante abbia uno sforzo uniforme, che non ci siano perdite e che si muova regolarmente. Se tutto è a posto rimettete il parafango e tutto il resto. Fate un accurato e prudente test su strada prima di usare l' auto.Un ultima regolazione potrebbe essere necessaria se una ruota nel momento di massima sterzatura toccasse sul parafango. I due tappi finecorsa posti alle estremità della scatola guida vanno avvitati fino quando la ruota non striscia più. Tappo sinistro per ruota destra e viceversa.Le operazioni che vedete sono state effettuate su DS 21 ie.

Copyright LesDs.it 2005, tutti i diritti riservati.