Revisione cilindro sospensione posteriore
Sostituzione "caffettiera" recupero olio
Sostituzione tamponi fine corsa


Le tre seguenti operazioni possono anche essere eseguite singolarmente.
Ogni operazione necessita dei propri ricambi (kit revisione cilindro, caffettiera, due tamponi di fine corsa).
Riferirsi all'operazione di officina numero 433 oppure 433a -"revisione di un cilindro sospensione".
Attenzione: l'operazione richiede una certa pratica meccanica e gli strumenti adeguati. Sconsiglio di effettuarla in proprio.

1 - Come per un cambio gomme levare il parafango posteriore, portare la leva delle altezze in alto per far alzare l'auto al massimo e tenere la ruota alzata con dei cavalletti sicuri e ben stabili. Calare la leva altezze al minimo, la ruota si solleverà da terra. Togliere completamente la pressione eventualmente agendo anche sulla vite del congiuntore.
Togliere la ruota.
Svitare e togliere la sfera (se anche il cilindro ruota con la sfera NON insistere, si rischia di tranciare il tubo idraulico, quindi in questo caso porre di nuovo leggermente il circuito in pressione accendendo il motore per pochi secondi e sbloccare la sfera per 1/8 di giro con un martello e un grosso cacciavite tangenziale alla sfera - attenzione: la sfera può essere svitata solo quando non c'è alcuna pressione nel circuito!).
Svitare le vite M5 di ritenuta cilindro.
Svitare il tubo idraulico di madata pressione.
Rimuovere la spina posta all'etremità dell'asta e poi l'asta stessa.
Estrarre dalla sede il cilindro.
Ricordatevi bene come erano montate le parti e se è il caso fate delle foto.

Importante: quando non c'è pressione nel circuito il complesso sfera-cilindro deve avere un certo gioco nella sede questo è normale e corretto.

fai click sulle immagini

2 - In questa immagine vediamo i componenti che compongono il cilindro sospensione posteriore. Come è noto la sfera ha la doppia funzione di molla e ammortizzatore.
3 - Prima di proseguire ponete il feltro parapolvere a bagno nel liquido idraulico (il manuale consiglia 24 ore prima).
4 - Qui inizia la revisione del cilindro.
E' molto importante fare attenzione a non rovinare il cilindro.
Svitare il dado (o ghiera) posto alla fine del cilindro. Io ho utilizzato una chiave per filtri a doppia catena e vista la difficoltà incontrata ho anche scaldato lo stesso. L'accoppiamento alluminio del cilindro e acciaio della ghiera è fonte di grande attrito quindi è stato necessario forzare molto (almeno nel mio caso) per riuscire a svitarlo. Questo ha provocato delle rigature sulla ghiera che ho levigato con una spazzola abrasiva dopo.
5 - Ecco la ghiera svitata. In essa vi è una guarnizione e il parapolvere, segue la rondella.
6 - Ecco le componenti di tenuta pressione ancora in sede dopo aver svitato la ghiera ed estratto il pistone. Guarnizione + O-ring.
7 - Nella foto le parti che compongono il cilindro. Pulirle e verificarle, se il pistone o il cilindro hanno delle rigature poco profonde si può provare come da manuale a levigarle con della carta vetrata finissima (grana 1200 o superiore).
8 - Sostituire il parapolvere con quello nuovo messo precedentemente in ammollo.
9 -Bagnare il cilindro e il pistone con LHM prima di rimontare tutto.
10 - Il momento più difficile: la sostituzione delle guarnizioni di tenuta e inserimento cilindro.
Infilare con cura il pistone nella guarnizione di teflon e l'O-ring di gomma nella sede.
11 - Inserire il pistone con cautela e aiutandosi con la rondella spingere senza forzare la guarnizione di teflon dentro l'o-ring.
12 - Le guarnizioni (o-ring + teflon sono in sede).
13 - Inserire e avvitare a mano la ghiera. Movere il pistone, deve scorrere senza eccessivo sforzo, ma nemmeno scivolare via..
14 - Avvitare la ghiera.
Nota: come si può vede non ho utilizzato la chiave dinamometrica specifica per questa operazione perchè non la possiedo, quindi mi sono affidato al mio polso. La coppia di serraggio è però molto importante.
15 - Ecco il cilindro pronto. Fare scorrere a mano il pistone: non deve essere eccessivamente duro.
16 - Sostituzione dalla "caffettiera" ossia della cuffia di recupero olio.
17 - Infilare l'asta nella cuffia come in foto fino alla parte zigrinata.
18 - Facendo forza risvoltare la caffettiera su se stessa. Questa è una operazione che richede un po di pratica, ma con un po di pazienza ci si riesce.
19 - Il gioco è fatto. Come si nota la gomma intorno all'asta si è rivoltata,
20 - Porre del nastro telato e una fascetta. E importante che quando si taglia la parte in eccesso della fascetta il moncone sia piegato su se stesso 2 volte e posto leggermente verso il basso. Altrimenti il moncone taglierà la gomma e la cuffia avrà vita breve.
Nota: io ho usato delle fascette autoserranti e non le classiche ligarex, vanno benissimo anche loro.
21 - Ecco l'asta pronta con cuffia e cuffia piccola copribicchierino (anche questa va sostituita).
22 - Il cilindro pronto per essere rimontato. La caffettiera è stata fissata con una fascetta e la sua protezione di gomma. Anche l'altra cuffietta in fondo è stata fissata con una fascetta autoserrante, mentre per la caffettiera ne ho usata una a vite.
23 - Ecco il cilindro in sede. Risistemare la spina e tutto il resto.
24 - Sostituzione tamponi di fine corsa (superiore e inferiore). Con (molta) pazienza dopo aver rimosso il vecchio e aver pulito la sede inserire il nuovo bene in fondo. Io ho usato un cacciavite grande e del grasso per giunti per farlo entrare meglio. Il grasso verrà assorbito presto dalla gomma. Il tampone deve entrare nella sua sede per tutto il suo perimetro altrimenti si rischia di perderlo.
25 - Ecco un tapone inferiore vecchio e uno nuovo. L'immagine parla chiaro, va tenuto presente che quando l'auto è spenta le sospensioni si abbassano e tutto il peso grava sui 4 tamponi delle sospensioni (2 anteriori e 2 posteriori). Alcune DS li hanno talmente usurati o mancanti che sembrano appoggiate letteralmente a terra.
26 - Quando fissate la vite da 5mm che tiene il triangolino ferma cilidro non tirate troppo. A lavoro finito effettuate un rabbocco olio idraulico se serve ed uno spurgo del circuito. .

Copyright LesDs.it 2010, tutti i diritti riservati.