Installazione spinterogeno elettronico "Ignition 123"

(operazione su DS 21ie)

L'ICCCR a Roma ha portato in dote il famoso spinterogeno elettronico Ignition 123 che molti di voi già conoscono. Ecco come l'ho montato e le prime impressioni.

Attenzione: vista l' importanza per per il funzionamento del motore che lo spinterogeno ha consiglio di operare su di esso solo se in possesso delle necessarie conoscenze tecnico/pratiche.

0 - Prima di iniziare.
Ricordo per prima cosa che nella scatola e sul sito del produttore (http://www.123ignition.nl/) si trovano le istruzioni di montaggio (solo in inglese).
E' importante trovare e segnare il riferimento del punto morto superiore (da adesso in poi PMS) del motore. Vedere nella nota sotto come si fa. E' possibile montare lo spinterogeno anche senza questo step, ma è consigliabile farlo.
Controllate che il settaggio della curva di accensione preimpostata sia quella per il vostro modello di motore: svitate la vite a brugola nella parte bassa e controllate il microselettore. Il processore dello spinterogeno ha ben 16 curve selezionabili, quella per le DS a iniezione per esempio è la "D".
Controllate e identificate il polo positivo sulla bobina, quando si gira la chiave esso andrà alla tensione della batteria. In genere è quello verso il parabrezza, ma è meglio esserne certi.
Se la bobina ha la resistenza in serie (1 ohm) non rimuovetela.
E fortemente sconsigliato l'uso di bobine speciali survoltate.

fai click sulle immagini

1 - Primo passo. Fare ruotare il motore con la manovella o tramite il motorino di avviamento fino al PMS (nei modelli a 5 marce che non hanno il buco per la manovella, ruotare una ruota anteriore con la marcia inserita). Vedere nota sotto su come trovare il PMS.
Sganciate la calotta (non staccate i fili dalla calotta per il momento), il distributore si troverà a puntare il filo della candela numero 1.
Rimuovete il dado che blocca lo spinterogeno, scollegate il connettore a 3 poli .
Estraetelo e al banco spostate il collare di fissaggio dal vecchio spinterogeno a quello elettronico 123 (fate prima un riferimento col pennarello sul vecchio tra collare e corpo, non si sa mai). Non tirate troppo la vite di serraggio del collare, esso dovrà girare a fatica in maniera da poter fare le opportune registrazioni una volta montato. NON fate girare il motore.
2 - Ecco la sede dello spinterogeno. Tenete presente che esso compie 1 giro ogni 2 del motore. Il distributore fornirà la scintilla ad una candela alla volta ossia quando il rispettivo pistone si trova sul suo PMS. Anche la puleggia della ditribuzione (dove si segna il riferimento del PMS del primo pistone, foto 3) fa un 1 giro ogni 2 del motore.
3 - Montate l'123 passando prima un po di grasso al silicone sulla guarnizione oring per facilitare l'inserimento. Lo spinterogeno va messo nella stessa posizione del precendente, ossia con il distributore che punta al filo della candela numero 1. Abbiate un po di pazienza, fa fatica ad entrare fino in fondo e per raggiungere la posizione ottimale bisogna spingerlo verso il basso con un po di forza. Una volta in sede il distributore non deve più girare liberamente e si può fissare il dado.
4 - Il punto più importante. Ora bisogna far si che anche l'123 si trovi al suo PMS e per fare questo dovete ruotare con le mani il corpo dello stesso fino a quando la scritta "CE" che si trova sul corpo non vada a puntare al distributore.
Riassumendo: motore al PMS (del pistone 1) = 123 con distributore che punta alla candela 1 e alla scritta "CE" (led verde acceso, vedi punto 5).
5 - Collegate il cavo rosso al positivo della bobina (non il nero) e fate ruotare leggermente di nuovo il corpo fino a quando il led verde si accende. Adesso il motore è al PMS e lo spinterogeno anche. Serrate la vite del collarino (per farlo dovrete rimuoverlo, attenzione a non ruotarlo). Rimontate il tutto e siete pronti per i collegamenti finali.
6 - Collegate i cavi come da istruzioni, ossia il rosso e il nero alla bobina e il bianco e giallo al connettore a tre poli lasciando libero il centrale.
Bloccate la calotta (che è ancora quella vecchia, ma è identica alla nuova).
Accendete il motore. Funziona tutto bene ? Se avete fatto tutto come sopra si. Spegnete e spostate i cavi dalla calotta vecchia alla nuova uno ad uno così non vi confondete.
Non è obbligatorio, ma visto che siete con le mani in pasta approfittate per regolare la fase, io ho utilizzato una pistola stroboscopica regolando come da specifiche per la DS 21ie 22 gradi di anticipo a 1800 giri. Chi ha orecchio e più esperienza di me regolerà l'anticipo anche con altri metodi. Durante la regolazione con la pistola stroboscopica i riferimenti del PMS sono fondamentali.
PMS - Il punto morto superiore è il punto di maggior alzata del pistone (nella fase di scoppio, valvole chiuse). Lo spinterogeno oltre che distribuire tramite il distributore la scintilla alle candele ha anche la funzione di anticipare la scintilla stessa prima che il pistone arrivi al PMS. La miscela aria benzina infatti ci mette un certo tempo ad incendiarsi e il miglior rendimento del motore si ha quando l'esplosione avviene in prossimità del PMS. L'anticipo varia a seconda del numero dei giri del motore e non si misura in secondi, ma in gradi. E' quindi importante avere segnato il riferimento del PMS sulla puleggia della distribuzione. Come fare ?
Metodo "da manuale Citroen": esiete un buchetto posto sulla campana della frizione sotto l'alternatore. Infilando una spina da 6mm in esso e facendo girare lentamente il motore con la manovella essa andrà a bloccarsi in una sede sul volano che indica appunto il PMS (per le auto prodotte prima del del 01/07/1971 indica 8,5 gradi prima del PMS). Rimuovete la spina dopo aver segnato i riferimenti.
Metodo mio: dopo aver svitato la candela 1 infilate un tubetto di alluminio nella sede della candela. Il tubetto poggia sul pistone (fate attenzione). Girando lentamente la manovella (quando il distributore punta alla candela 1) trovate il punto in cui il tubetto è in massima alzata. Quello è (empiricamente) il PMS.
In tutti i casi quando lo avete trovato fate un segno sulla puleggia e uno su un riferimento fisso (io mi sono costruito un'astina fissata alla staffa dell'alternatore, ma dovrebbe esserci una scala graduata già predisposta). Adesso avete il PMS ben marcato e pronto per le regolazioni con la pistola stroboscopica.
Perchè non uso il metodo da manuale Citroen ? perchè il buchetto sulla campana frizione è ben nascosco e bisognerebbe rimuovere un po di cose per trovarlo, inoltre se il motore ha un po di chilometri sul groppone i giochi della distribuzione potrebbero far si che non sia un riferimento così preciso come quando era nuovo.
123, Pro & Contro.
Pro -

- Lo spinterogeno 123 è elettronico e quindi molto preciso nel seguire il diagramma di anticipo rispetto all'originale. Promette un funzionamento migliore con meno emissioni, minor consumi, miglior scintilla sulle candele.
- Nessuna manutenzione, le puntine sono sostituite da un sensore privo di manutenzione.
- Economico se paragonato ad un ricambio nuovo o in condizioni ottime. Se il vostro spinterogeno è al capolinea probabilmente sarà la scelta migliore. Costa circa 230 euro.
- Ottima l'idea di inserire un oring di gomma sul gambo per bloccare gli eventuali trafilamenti di olio dal motore.
- Secondo chi l'ha installato pare che sulle auto a carburatore (e a gas) migliori notevolmente la regolarità di funzionamento e il tiro mentre sulle vetture a iniezione il miglioramento c'è, ma non è così netto (confermo).
Contro -
- La fattura della realizzazione è ancora un po artigianale. E' leggermente più corto dell'originale Bosch (vetture a iniezione) e il suo inserimento è più difficoltoso dell'originale.
- Il collare di fissaggio non è incluso e va preso dal vecchio spinterogeno.
- Manca il connettore femmina (solo per vetture a iniezione) per i due contatti che infatti vanno infilati in quello volante in maniera precaria.
- E' completamente elettonico, se si rompe si resta per strada, quello originale avverte (in genere) un po prima. Va detto però che il prodotto è in commercio da qualche anno e che vanta una buona fama di affidabilità. In tutti i casi tenetevi nel bagagliaio quello vecchio ... non si sa mai.

Copyright LesDs.it 2008, tutti i diritti riservati.