Pallas

La DS Pallas



La versione Pallas della DS è la più lussuosa prodotta da Citroën ed è normalmente la più ricercata. Purtroppo nessun riferimento ai numeri di telaio delle Pallas prodotte è pubblico quindi è facile incappare in DS o addirittura ID trasformate in Pallas.
Attenzione però, ci sono circa 41 particolari diversi rispetto alla DS comfort, vediamo di capirne di più.           

La storia

Nel settembre del 1964, la Citroen mise in produzione la DS 19 in allestimento Pallas. Essa passò al top della gamma e rimase disponibile fino alla fine della produzione nel 1975. Chiamata in onore della dea Pallas di Atene, dea della saggezza delle arti e dei mestieri, alla quale il Phanteon di Atene gli fu dedicato dagli antichi greci, la Pallas non fu di fatto una DS diversa nel vero senso della parola, essa differiva nella qualità e nei contenuti degli esterni e degli interni. Niente fu cambiato nella meccanica a parte un pannello insonorizzante tra motore e abitacolo e la marmitta anch'essa insonorizzata maggiormente; la Pallas venne prodotta nei modelli 19, 20, 21, 21ie, 23 e 23ie, in pratica tutti. Chiaramente nessun ID o Break venne mai proposto con tale allestimento. Con l'introduzione di esso tutte le cabriolet "usine" lo adottarono di serie (con le dovute modifiche).

Esterno

Sulla fiancata corre nella parte centrale un profilo in inox con parte centrale in gomma, esso si raccorda al catarifrangente posteriore che è di tipo specifico. Parallelamente sotto e sopra le porte nonchè sul parafango posteriore sono fissati altri profili in inox più stretti.
I montanti centrali e posteriori sono lisci al contrario di quelli corrugati delle DS comfort, su quello posteriore è caratteristica del modello la scritta "DS" fino al 1972, sostituita dopo tale data dal  logo "Pallas".

DS 21 Pallas 1966     DS 23 Pallas 1973-75

Le coppe copriruota specifiche erano il particolare più evidente e sui modelli con dado fissaggio ruota centrale (prima dell'ottobre 1965) avevano dei piccoli raggi decorativi (restarono in produzione solo per un anno). Tale superficie diventò liscia per i modelli con 5 dadi dal 1966 in poi. Nel 1973 il parabrezza di sicurezza Super Triplex diventò di serie sul modello Pallas. I coprilongheroni in inox (o alluminio dopo l’ottobre 1972) posti lungo lo chassis sotto le porte hanno feritoie in corrispondenza dei punti di sollevamento. Questa protezione è completamente assente sulle ID e Break benché pannelli sottoporta d’alluminio erano spesso applicati sulle normali DS.



Sui modelli monofaro (prodotti fino a settembre '67) erano spesso presenti i fari di profondità allo iodio (eccetto per le auto per il mercato americano e italiano) montati a fianco dei fari principali. Disponibili a richiesta sulle DS dal 1965 sucessivamente vennero resi disponibili anche sulle ID sempre come optional, curiusità, le parabole sono proprio le stesse montate poi come fari interni nel frontale "quattro fari".
In Italia le luci allo iodio non erano consentite dal codice della strada e per questo nessun monofaro le montava, anche sulle bifaro i due proiettori interni avevano lampadine classiche tipo biluce (il proiettore inoltre era fisso e non sterzante sempre per questioni di codice). Dal 1969 in poi con l'introduzione delle norme europee le regole cambiarono e anche in Italia i fari divennero sterzanti e di profondità allo iodio (le versioni Pallas avevano sempre le luci abbaglianti sterzanti, optional sulle normali DS).
I fari posteriori sono specifici del modello Pallas in stile cromato, non nero come per il resto della gamma.

. Pallas monofaro con fari ausiliari (non per il mercato italiano) e freccie in inox

Tra le Pallas e gli altri modelli non vi erano grosse differenze per quello che riguardavano i colori della carrozzeria, la qualità era pressochè la stessa e le tinte disponibili anche, vernici metallizzate vennero in alcuni casi offerte sia sulle DS che le ID (con sovrapprezzo). Unica eccezione il Grigio Palladio, un colore metallizzato disponibile solo per il modello Pallas dal '65 al '68. Per inciso la scritta Pallas sul baule posteriore a sinistra era solo per il mercato italiano e non francese, essa comparse anche per altri mercati (produzione belga) anche se in formato diverso (più piccolo).

particolare pallas logo "DS" (dal '65 al '71)

Logo "Pallas" dorato sul baule solo per il mercato italiano montato fino al 1971

foto pallas Il grigio palladium Pallas, unico colore esclusivo per il modello (dal '65 al '68)

particolare pallas Fari posteriori con finitura cromo e scritta "Pallas" di produzione belga (piu' piccola)

Interni

I sedili e gli interni sono sempre specifici, di fattura migliore, piu' alti e rifiniti, il tessuto ha colori diversi e dopo il 1970 cuciture e risvolti li resero ancora più caratteristici; dal 1971 la regolazione in altezza del sedile conducente diventò di serie (opzionale dal 1966). Sui modelli non in cuoio la parte posteriore degli schienali e sopra i pannelli laterali è in finta pelle bianca. I pannelli porta ricoprivano tutta la lamiera mentre nella parte inferiore delle porte una pannello in inox avvitato faceva da battipiede. La moquette ricopriva tutto ed era incollata su gomma piuma molto spessa e confortevole (il dunlopillo). Il rivestimento del cielo era identico alle DS comfort ossia un pregievole tessuto bianco/grigio, ma in più vi era un cordone imbottito e ricoperto dello stesso tessuto tutto intorno al tetto con plafoniere cromate specifiche centrali (sulla DS comfort di plastica). Anche il montante C è ricoperto dello stesso tessuto ed imbottito.
A fianco del pedale del freno a mano vi era una protezione in inox sopra la moquette. Durante tutta la sua produzione la Pallas poteva essere ordinata con gli interni opzionali in cuoio, neri (dal settembre 1965) e marrone (di tonalità più chiara fino al settembre 1970) in tal caso anche le maniglie passeggiero erano in cuoio poste sotto le plafoniere; il montante B centrale era ricoperto in cuoio (in finta pelle nera per gli interni in tessuto). Come detto le plafoniere erano specifiche e due invece di quattro come per le DS comfort (quindi scompaiono quelle posteriori).

 

Altri particolari: profilatura in inox che circonda la moquette sui battiporta e che fa anche da battitacco, pedale del freno di stazionamento con profilo inox (solo per semiautomatiche), pedale accelleratore diverso, due posaceneri sugli schienali dei sedili anteriori (al posto di uno), profilo inox che corre lungo il cruscotto (dal 1970 in poi). Optionals disponibili (non solo per Pallas): bracciolo anteriore rimovibile, poggiatesta, tetto in vinile, radio, vetri azzurrati e aria condizionata (quella Citroen originale ha il mobiletto centrale).

interno pallas  interno pallas  Interni Pallas (dai cataloghi Citroën)

interno pallas


particolare pallas Particolare "Pallas only" : chiusure porta e viti cromate

Breve lista dei particolari allestimento Pallas

Esterni

- copriruota inox specifici
- modanature di protezione sulle fiancate in inox e gomma
- modanature inox sulle fiancate in basso e in alto
- coprimontanti B e C lisci con scritta DS o Pallas (dal 1972)
- fari posteriori con finitura cromo
- catarifrangente posteriore specifico
- scritta "Pallas" su baule posteriore (fino al 1971 compreso, solo per mercato italiano e su auto prodotte in Belgio)
- freccie anteriori con inox (solo modelli monofaro)
- copri longheroni in inox o in allumino quadrettato
- cerniere cofano posteriore cromate
- colore gris palladium disponibile (dal '65 al '68)
- chiusure porta cromate (solo per maniglie esterne)

Interni

- sedili con tessuti, colori e rifiniture specifiche anche in cuoio (solo in opzione per veicoli Pallas)
- rivestimento montante “B” in plastica nera tipo ds comfort, mentre per il cuoio nero era previsto un rivestimento in cuoio fino al 1972 ( poi in plastica tipo DS comfort ); per la pelle marrone era sempre previsto un rivestimento dello stesso materiale (compresi i raccordi inferiori in plastica)
- cappelliera in finta pelle marrone su interno in cuoio marrone, in finta pelle nera per l´interno in cuoio nero e grigia sugli altri interni (come per DS comfort fino al 1968, dal 1969 in poi in plastica liscia nera)
- due posacenere inox posteriori, uno per schienale
- maniglie per passeggieri posteriori su montante B in cuoio o finta pelle nera per interni in tessuto
- bracciolo anteriore (di serie solo da anno modello '72)
- pannelli porta specifici, con parte superiore rifinita in finta pelle bianca (per sedili in tessuto) o cuoio con conchiglia della maniglia in inox e levetta maniglia cromata
- maniglie alzavetro specifiche (fino al modello '68)
- rivestimento in moquette per tappeti, longheroni, sotto cruscotto e pancia in tinta coi sedili (nota: per il cuoio nero la moquette è sempre grigia)
- profilo cruscotto al centro del cruscotto e sopra comandi riscaldamento in inox (solo su cruscotto ultimo tipo dall'anno modello '70 in poi)
- leva caldo/freddo in metallo cromato (solo su anno modello '69)
- rotella regolazione caldo/freddo specifica con placca in inox (fino al '68 escluso '65)
- profili inox sulla regolazione sedili anteriori
- portacenere cruscotto specifico in inox su modelli '66-'68
- copri pedale accelleratore in inox
- battitacco in inox su tutto il longherone
- battitacco in inox alla base delle portiere
- finecorsa degli sportelli posteriore in inox e non in metallo tropicalizzato con le viti di fissaggio cromate e la mascherina anch´essa in inox e non in alluminio
- protezione su longerone a lato del pedale freno a mano in inox (solo modelli semiautomatici)
- gomma del pedale freno a mano con cornice inox (pare solo su semiautomatiche) stessa cosa per pedale frizione anno modello '65
- leva delle altezze con pomello nero con copertura in moquette e rifinitura inox (su anno modello '65 pomello bianco e nessuna copertura)
- tubo areazione dietro i pedali ricoperto in tessuto o finta pelle in tinta con moquette
- bocchetta areazione posteriore in inox
- alette parasole imbottite e specifiche
- girotetto interno specifico con profilo inox e dello stesso tessuto del cielo (in grigio chiaro) come anche i pannelli posteriori (dal '73 di colore marroncino chiaro)
- plafoniere in metallo cromato e plastica solo su montante B
- tiranti apertura cofano in plastica nera ad uncino (non su anno modello '65)
- guarnizione imbottita sportello cofano posteriore (sempre presente su modelli italiani, anche ID)

Altro

- paratia insonorizzante tra motore e abitacolo (poi estesa anche a modelli DS comfort)
- marmitta con maggiore insonorizzazione



Dai cataloghi Citroën

Catalogo Pallas        Catalogo Pallas      Pallas        pallas

Copyright LesDS.it riproduzione dei testi vietata